Folsom Street Fair

400.000 persone ogni anno si radunano a San Francisco per la Folsom Street Fair; la fiera di BDSM (bondage, dominanza, sottomissione e masochismo) più grande al mondo. Queste foto sono parte di un progetto durato due anni. Partecipando alla fiera con occhi aperti e senza giudicare, senza sapere che cosa aspettarsi, ne che cosa avrei potuto incontrare; ho trovato un’ambiente gioioso, educato, felice ma soprattutto rispettoso, dove la gente si scambia abbracci, sorrisi e informazioni. ​  

 

Il BDSM, è considerato ancora un pratica di sotto cultura,  ma la Folsom Street Fair,  per due giorni all’anno, permette a tutti gli appassionati della pelle e del fetish, di uscire alla luce del sole, e vivere la loro passione fuori dagli stereotipi di appuntamenti al buio, in luoghi chiusi e segreti. Molti temi scottanti vengono toccati da queste persone durante le pratiche. Il legarsi,  sottomettersi, il senso di schiavismo, e il dolore come scelta, non sempre vengono capiti o accettati dalla società.  

 

Tramite la divulgazione e l‘educazione verso queste pratiche e comportamenti ancestrali, quanto selvaggi, che fanno parte del genere umano, si riescie a capire e comprendere meglio questi rituali.   Storicamente, si trovano tracce di pratiche di BDSM, in antiche societa’ come i greci di Sparta, gli Etruschi, e nel libro indiano dedicato alle pratiche amorose del Kama Sutra; nel libro, le pratiche vengono descritte come consensuali e gioiose e ci sono delle regole ben precise che vanno rispettate tra il sottomesso e il suo dominante.

 

Il Kama Sutra, inoltre, specifica come solo alcune donne possano trovare nel sadomasochismo un piacere, ed e’ considerato il primo manoscritto a dare delle regole precise per la sua pratica. Per quanto riguarda l’occidente si trovano litografie ed incisioni risalenti al 1560 al British Museum Collection e il mestiere di dominatrice si registra sin dal 1676. Nonostante le pratiche di bondage e masochismo siano trovate in altre culture come quella dei nativi americani, le uniche forme di flagellazione comunemente accettate e conosciute sono le     pratiche religiose, una tra queste L’Opus Dei.​​ ​ ​

©elisaparrinorensovichallrightreserved
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now